esperienze, lifestyle, vivere expat

Natale, Capodanno e tutte le feste comandate: come sopravviverle anzi godersele da Expat

Per qualcuno (tipo me) sono già arrivate o stanno per arrivare: le ferie di Natale. Magari leggerete questo post quando saranno già iniziate o terminate.. ma tanto Pasqua arriva in un attimo!

Per chi vive e lavora dove è sempre cresciuta potrebbero anche essere brevi (perché in genere non ci sono giorni migliori per non andare in ferie che quelli dove tutti sono in ferie) ma non per noi expat. Noi no. A Natale si vola a casa, spesso prima dei giorni clue per non svenarsi con il biglietto ante-Vigilia.

Io adoro quando rientro a Roma da Brussels perché lí c’è una grossa, meravigliosa fetta della mia famiglia (l’altra è Andrea) e le amiche/gli amici di sempre, ma non nego che se non mi organizzo per bene il rischio è di ritornare più stanca di prima!

Ci sono accorgimenti “organizzativi” che ho testato sulla mia pelle sia perché li ho seguiti sia perché, le volte che me ne sono infischiata, ne ho subito le conseguenze!

  • Se posso scrivo prima di partire alle persone che voglio assolutamente vedere. Faccio sapere da quando a quando sono in città e quando so già di avere impegni improrogabili per via di feste ed occasioni in famiglia. Il fatto che siano tutti molto felici di rivedermi non significa che non abbiano i loro impegni già pianificati. Qualcuno partirà in certi giorni della mia permanenza e saperlo in anticipo eviterà ad entrambi/e di scoprire all’ultimo che quel caffè non si farà. Magari poi l’incastro non si riuscirebbe comunque a trovare, ma la frustrazione sarà minore se si sa da subito che sarà per il prossimo giro di giostra.
  • Desistere dal voler incastrare 8 impegni in un giorno (o un appuntamento prima del volo). Si avrá giá la testa verso un altro impegno (il che è un peccato) e se, come me, tornate in una città incasinata come Roma, molto probabilmente finirete per dare buca a qualcuno.. e questo non é mai bello 😉 
  • Considerare del tempo per stare in famiglia senza particolari piani: sono le persone che piú aspettano il vostro ritorno! Inoltre, almeno per me, é importante assaporare questi momenti, perché mi aiutano a consolidare la parte piú atavica della mia identitá: le mie radici (aka da dove vengo).
  • Usare i tempi morti per mantenersi la vita organizzata: ultimare quel report che andava mandato prima di andare in vacanza in volo, fare gli ultimi regali in aeroporto se non si é giá provveduto online (la regola é: evitare a tutti i costi lo stress dei regali all’ultimo minuto in mezzo alla folla impanicata)
  • Sostituire il cardio con una luunga passeggiata con un’amica: fa bene all’umore e alla forma

Infine il consiglio migliore, che vale per expat e non. Siate presenti al 100% con chi vi é vicino: il vostro tempo é il regalo piú prezioso che vi state scambiando.

Buone Feste!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.