cucina, DIY, lifestyle, organizzare feste

Le feste non finiscono mai! Guida in 6 semplici passi all’organizzazione del Brunch perfetto.

Il 2018 si è appena concluso, io avrò preso fra i due e tre kg e non ho il coraggio di pesarmi, ma nonostante questo apro il nuovo anno parlando di… Cibo! Eh si, perché seppur vigilia, pranzo di Natale e cenone di Capodanno sono ormai archiviati, fino alla Befana siamo ancora in periodo festivo. Se quindi  non siete ancora tornati a lavoro e magari siete anche in vena di cucinare e ricevere a casa amici e parenti questo articolo fa per voi…e se anche il capitolo festività natalizie è chiuso, vi invito a proseguire con la lettura, per essere preparati nel caso vogliate organizzare una piacevole festicciola fra amici, magari anche fra 6 mesi!

I passi che sto per elencarvi sono adatti nel caso vogliate preparare un brunch, ma si possono applicare a qualsiasi occasione conviviale: nel mio caso il brunch in questione era quello del 24 Dicembre con le mie amiche, occasione per riabbracciarci e scambiarci auguri e pensierini natalizi.
Il menù che ho pensato era all’insegna di due elementi: leggerezza – visto che la sera tutte avremmo mangiato parecchio – e semplicità – visto che avevo poco tempo per preparare.
Il mio menù per 6 persone (che trovate allegato insieme ad altre risorse alla fine dell’articolo) è stato questo:

  • Torta rustica a forma di albero di Natale con broccoli ripassati.
  • Torre di pane tramezzino farcita con salmone affumicato, philadelphia e spinacino crudo
  • Focaccia pugliese con salsa di pomodoro e mozzarella
  • Cous Cous verde con pomodorini
  • Pesce finto
  • Crepes alla Nutella

Per le bevande ho optato per acqua, Cocacola, aranciata e prosecco per brindare.
Ed ecco i passi che ho seguito, e seguo, ogni qualvolta organizzo un evento a casa!

img_8493

1- PIANIFICO L’EVENTO
Prima di pensare al menù, prima di scegliere se usare piatti di plastica o del sevizio buono, domandatevi: quanti ospiti ricevo? Quanti sono sicuri e quanti in forse?
Quanti hanno intolleranze, allergie, sono vegetariani ecc.? Numero e tipi di invitati sembrano informazioni scontate ma sono elementi fondamentali per pianificare un menù che andrà incontro a tutti i commensali.
Come può sembrare scontato ma non per questo poco importante, creare un gruppo Whatsapp per dare le informazioni pratiche (giorno, ora, indirizzo ecc..) e per rispondere alla domanda su eventuali intolleranze o particolari regimi dietetici. Mi raccomando però, non chiedete, a meno che non siate in pochissimi chi vuole mangiare la lasagna piuttosto che la pasta o le tartine al tonno piuttosto che quelle al salmone: si creerebbe il caos di richieste e inoltre ricordatevi…E’ il vostro brunch non il cenone collettivo di Capodanno!

2- MI LASCIO ISPIRARE
Siete a corto di idee e l’unica pietanza che vi viene in mente sono i taralli e patatine in busta? Oltre ai cari vecchi libri c’è internet, e, devo dire la verità, quando si tratta di brunch e aperitivi consulto molto più il web del cartaceo.
Gli strumenti che utilizzo maggiormente sono:

  • Pinterest. Lo uso soprattutto per una prima pianificazione, e se sono alla ricerca di piatti creativi e sfiziosi, come nel caso della torta rustica a forma di albero di Natale. Vi sconsiglio però di fare ricerche usando come keywords parole inglesi: i risultati spesso sono piatti molto lontani dalla tradizione culinaria italiana. Ricordatevi di creare una bacheca per inserire tutte le idee che vi ispirano!
  • La App di Giallo Zafferano. Trovo che sia un’app semplice, intuitiva e soprattutto ricca di ricette a cui ispirarsi.
  • Il Cucchiaio d’Argento sito web dell’omonimo e celebre manuale, lo consulto soprattutto in caso cucini ricette tradizionali.
  • Il mio quaderno delle ricette. Un semplice quadernino appunti che ho diviso in sezioni e in cui appunto le mie ricette, con le mie modifiche e varianti!

 

 

3- PIANIFICO L’ESECUZIONE DEL MENU
A meno che voi non abbiate scelto tutti piatti che richiedano di essere serviti appena sfornati/scolati o preparati proprio all’ultimo momento (sconsiglio per una festa), ricordate che molti piatti possono essere preparati la sera prima o almeno potete portarvi avanti con la preparazione degli ingredienti.
Cominciate a stilare una lista dei piatti che potete preparare la sera prima del brunch e la mattina stessa. Stabilite un orario di inizio e un tempo presunto di preparazione. Io avevo stimato di cominciare il pomeriggio del 23 Dicembre intorno alle 17.00 e finire intorno alle 21.00. Gli orari sono sempre indicativi ma vi aiutano a stabilire una tabella di marcia che non vi farà perdere tempo ma, al contrario, sfruttare al meglio il tempo a vostra disposizione.

4- SCRIVO LA LISTA DELLA SPESA
Il menù è pronto, la tabella di marcia preparata, non vi resta che scrivere la lista della spesa! Mi trovo meglio a farne una versione digitale usando una delle tante App a disposizione; io ho scaricato Buy me a Pie che utilizzo anche con l’Apple Watch e che mi permette di spuntare i prodotti mano a mano che li prendo.
Prima di andare al supermercato controllate che non abbiate già alcuni degli ingredienti: spesso aglio, cipolla, pangrattato e prodotti basilari sono già presenti nella nostra cucina! Siete tornate dal supermercato e siete pronte a mettervi ai fornelli.  E’ fondamentale che la cucina sia in ordine e la lavastoviglie, se la avete, vuota. Cominciando a seguire la tabella di marcia, preparate gli ingredienti che utilizzerete e ricordatevi di rimettere al suo posto un ingrediente che non vi serve più o a lavare/mettere in lavastoviglie, quello che avete finito di usare; questo vi permetterà di avere la cucina sempre in ordine, o vi ritroverete sommersi da piatti sporchi in venti minuti!

5- PREPARO IL MIO APPARTAMENTO AD ACCOGLIERE GLI OSPITI
Cerco sempre di preparare la tavola e il soggiorno che accoglierà i miei amici con larghissimo anticipo, spesso mentre aspetto che qualcosa si cuocia. Vi consiglio, se ancora non lo fate, e se ovviamente avete spazio, di preparare per le bevande un piano a parte, funzionale ai fini di evitare assembramenti intorno al tavolo delle portate!
Liberate il più possibile tavolini mensole e piani di appoggio. Se siete tanti, le persone appoggeranno piatti e bicchieri un po’ ovunque, lo spazio per evitare che bicchiere o pile di piatti cadano è fondamentale!
Preparate i secchi o i bustoni capienti per la spazzatura e ricordatevi di mettere nella lista della spesa, se già non lo avete, un rotolone di carta assorbente che terrete a portata di mano e che potrebbe tornare utile nel caso di bevande versate o cibo caduto!

img_8497

6-  MI FACCIO BELLA!
In passato non riuscivo a rispettare questa tappa e spesso mi riducevo all’ultimo minuto a scegliere frettolosamente un vestito, decidere che trucco fare e come acconciare capelli. Ultimamente, qualche giorno prima della festa, anche prima di andare a dormire, faccio qualche prova outfit, proprio per arrivare preparata al giorno dell’evento ed evitare scene di panico in camera da letto. Un’azione semplice ma della cui utilità mi rendo conto solo ora che ho un tempo scandito da preparazione biberon, cambi pannolini e poco spazio per prendermi cura di me!

PASSO BONUS…macchina fotografica o smarphone carico alla mano per immortalare le vostre creazioni e soprattutto i momenti più belli della vostra festa…Buon Divertimento!

Spero che questa breve guida possa essere di ispirazione ed aiuto, qui trovate il menù del mio brunch e altri link utili:

MENU E RISORSE – BRUCHETTE BRUNCH

Alla prossima e…Buon Anno!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.